PARASSITI INTERNI

Filaria - Le zanzare

Dirofilaria immitis
Filaria
Icon filaria

>> LO SAPEVI CHE?

I cambiamenti climatici e l’aumento delle temperature causano ogni anno un aumento del numero e delle specie di vettori presenti nel nostro Paese e aumentano il rischio di malattie trasmesse al cane e all’uomo.

Se ami viaggiare con il tuo cane, è importante verificare con il medico veterinario se visiterai un’area endemica per alcuni parassiti tra cui la filaria.

>> COME PUO' IL MIO CANE PRENDERE LA FILARIA?

La filariosi è causata dal parassita Dirofilaria immitis che compie il suo ciclo vitale sia all’interno di un ospite intermedio (zanzara), che in un ospite definitivo (cane). Questo parassita infatti necessita di diverse fasi per completare il suo ciclo biologico.
Sebbene la prevalenza sia variabile, tutta l’Italia è considerata da ESCCAP (European Scientific Counsel Companion Animal Parasites®) zona endemica per filariosi cardiopolmonare.

Filaria dei cani

>> SINTOMI

Le larve delle filarie, trasmesse dalla zanzara durante il pasto di sangue, entrano nel circolo sanguineo e impiegano 5 - 6 mesi per migrare verso le camere del cuore e i vasi polmonari e lì stabilirsi. I vermi adulti possono misurare fino a 30 cm di lunghezza.

I segni clinici riguardano il sistema respiratorio e il cuore ed evolvono lentamente per diversi mesi: affaticamento, difficoltà respiratorie, tosse, intolleranza all’esercizio fino a grave insufficienza cardiaca e morte, se non trattata.

RICORDATI SEMPRE CHE IL TUO VETERINARIO È IL PRIMO RIFERIMENTO PER LA SALUTE DEL TUO CANE.